Ci sono uomini che predicono la Storia, uomini che la subiscono e uomini che la immaginano e la realizzano

Negli anni ‘70 spopolava una fortunata serie televisiva: Spazio 1999.
L’esplosione di un deposito di scorie nucleari fa uscire la Luna dalla sua orbita, così l’equipaggio della base Alpha si trova alla deriva nello spazio, dove viene in contatto con civiltà aliene (questo più o meno il succo della storia).
La “morale” era chiara: lo spazio era la nuova frontiera da colonizzare.
Tutto era cominciato nel luglio del 1969, quando Tito Stagno raccontava lo sbarco sulla Luna.
Ieri, dalla storica rampa 39/A di Cape Canaveral, è stata lanciata la capsula Crew Dragon della SpaceX: dopo 9 anni gli Stati Uniti ritrovano la capacità di portare uomini in orbita grazie ai privati, grazie all’idea di un uomo, di un visionario, Elon Musk.
La società ha bisogno di visionari, di uomini che hanno un’intuizione, che sognano e che hanno la capacità e la forza di realizzarla.
Se pensiamo solo alla storia italica contemporanea, dal dopoguerra in poi, abbiamo avuto tanti imprenditori visionari, tra cui Adriano Olivetti, Enzo Ferrari, Enrico Piaggio.
E, per andare oltre l’imprenditoria, non era un visionario Carlo Cattaneo, che a metà dell’800 immaginava gli Stati Uniti d’Europa?
E non erano visionari Altiero Spinelli ed Ernesto Rossi che nel 1941 elaborarono il Manifesto di Ventotène?
La Storia è costellata di uomini che hanno saputo applicare la “giusta visione” al loro presente, consapevoli che ogni generazione sia chiamata a riscrivere la propria storia con linguaggi nuovi. Lo aveva intuito già Johann Wolfgang von Goethe: «Ciò che hai ereditato dai padri riconquistalo, se vuoi possederlo davvero».
Il visionario è colui che mette al centro l’Uomo, che ha un’aspirazione che va oltre la materia e si eleva sino alla spiritualità. Il fine ultimo della visione è il bene dell’Uomo, il suo benessere, la sua felicità.
La società moderna ha bisogno di idee, ha bisogno di uomini visionari.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email