Il 2020 è stato l’anno della paura individuale e sociale, che il 2021 ci restituisca la socialità perduta e la gioia dell’abbraccio

Care Amiche e Cari Amici,
voglio rivolgere a ciascuno di Voi il mio fraterno e affettuoso augurio per un 2021 che, oltre a salute, lavoro e serenità, ci restituisca la socialità perduta e la gioia dell’abbraccio.

Penso che per l’Uomo, assieme alla naturale tensione verso il trascendente e la spiritualità, nulla sia più importante del poter vivere accanto al proprio fratello con libertà e senza timore.

Il 2020 è stato l’anno della paura individuale e sociale.
Non dimentichiamo le sorelle e i fratelli che ci hanno lasciato perchè la memoria costituisce le fondamenta su cui costruire il futuro. E noi al futuro vogliamo volgere lo sguardo, la mente e il cuore: che l’anno appena giunto sia quello della Speranza!
Con stima e affetto, auguri a Voi tutti e ai Vostri Cari.

Tonino Salsone

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email