Il valore dell’Impresa sociale

È tempo di riparlare seriamente di Impresa nel nostro Paese e di farlo in modo non ideologico ma laico e sociale.
La attuale forte tensione ambientale generatrice di spinte sempre più marcate di protezione della natura, la trasformazione globale del mercato e la continua innovazione scientifica e tecnologica ci stanno conducendo a passi molto veloci verso la quarta rivoluzione industriale.

Di fronte a questo fenomeno sociale prima ancora che economico di trasformazione dell’Impresa e dell’Imprenditore, cosa dobbiamo porre in primo piano?
Sono due le grandi luci da cui il “fare impresa” del prossimo e del lontano futuro dovrà essere illuminato: l’Uomo e l’Etica.
Occorre innovare il modo di essere imprenditore e, ancor di più, rinnovare in senso etico il concetto del profitto, facendolo diventare un “giusto profitto” che si realizza coniugando in armonia l’interesse dell’impresa, dei lavoratori, del territorio e, primo tra tutti, difendendo l’integrità naturale del pianeta.

L’Imprenditore avrà certamente, ancora più di ieri e di oggi, un ruolo radioso nel mondo del domani e del dopodomani, ma questo futuro sarà illuminato di saggezza, bellezza e forza solo se saprà far prevalere la logica del giusto profitto e pensare all’Uomo e all’Etica.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email