l ricordo di Giordano Bruno: un Uomo libero

Oggi ricorre l’anniversario dell’esecuzione di Giordano Bruno, il filosofo nolano vittima del dogmatismo e della intolleranza.
Dedichiamo la panacea della memoria a questo Uomo libero, cosí come a coloro che nei secoli prima e in quelli a venire hanno subito la stessa sorte e che, purtroppo, in molte parti del mondo non ancora permeate dal sublime valore della Tolleranza, la stanno subendo a causa degli integralismi, anche religiosi, e delle prevaricazioni autocratiche e illibertarie.

Stendiamo anche il manto caldo del ricordo sugli Uomini scolpiti sulla base marmorea della statua romana dedicata a Giordano Bruno. Essi sono: Paolo Sarpi, Tommaso Campanella, Pietro Ramo, Giulio Cesare Vanini, Aonio Paleario, Michele Serveto, John Wyclif e Jan Husl.

Tutti accesi sostenitori del libero pensiero e tutti vittime dell’oppressione esercitata dalla Chiesa Cattolica, e, nel caso di Michele Serveto, dai calvinisti.
Non dimentichiamo e ricordiamo, affinchè il tempo di oggi e sopratutto quello di domani siano liberi da ogni dogmatismo oscuro e liberticida.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email