L’Ascolto e la Parola

Predica di San Bernardino in Piazza del Campo (1445, Museo dell’Opera metropolitana del Duomo, Siena)

“[Dio] Hatti dato due orecchie et una lingua, perché tu oda più che tu non parli.”
Così predicò San Bernardino da Siena, in piazza del Campo, a partire dal 15 agosto 1427 e per 45 giorni.
L’insegnamento di Bernardino conserva ancora oggi la sua preziosità: ciò che contraddistingue l’Uomo dagli altri essere viventi sono (anche) l’Ascolto e la Parola.
L’Ascolto è prezioso perché arricchisce. Permette di concentrarsi, di scoprire cose dell’altro, di sè e del mondo, di cui altrimenti non ci accorgeremmo.
La Parola viene dopo, è figlia dell’Ascolto, del silenzio, della ponderazione attenta e prolungata.
La Parola, dunque, non deve essere abusata ma deve essere misurata.

Torniamo alle scuole iniziatiche, laiche e religiose, che insegnano innanzitutto ad ascoltare e che, essendo custodi di ultra millenaria saggezza, sanno bene che la Parola vivifica ed edifica solo quando è pronunciata da uno spirito illuminato che sa ascoltare.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email