L’Uomo vero non si volta dall’altra parte!

Oggi pomeriggio, scorrendo la rassegna di notizie dell’ultima ora, ho letto una dichiarazione pubblica del Presidente degli Stati Uniti d’America, Joe Biden, che mi ha fatto molto riflettere: “Kiev resiste, il mondo non si è voltato dall’altra parte”.

Il riferimento di Joe Biden alla folle pretesa di Vladimir Putin di prendere con la forza delle armi un territorio e un popolo liberi e autonomi è chiaro e non necessita certo della mia interpretazione.
Ma il significato della frase pronunciata dal presidente statunitense secondo me va oltre i confini territoriali e geo-politici della guerra russo-ucraina e si estende a considerazioni ben più ampie, direi etiche, filosofiche e antropologiche, che riguardano ciascun uomo che abbia l’ardire di definirsi veramente libero di pensiero e di azione.

Joe Biden ha voluto scuotere le coscienze!
Infatti, ha esortato in modo forte ed efficace a non voltarsi dall’altra parte, a non far finta di non vedere e non sentire, a non esitare a prendere le parti e la difesa di chi è attaccato ingiustamente, a saper discernere tra aggressore e aggredito, a non lavarsi le mani e così diventare un novello Pilato, a comprendere che tra chi attacca ingiustamente un altro (uomo, società, popolo, nazione) per brama di potere e di conservazione dello status quo e chi, aggredito, difende se stesso, i propri diritti, la propria famiglia, il proprio gruppo sociale, il proprio popolo, la propria terra, ebbene non si devono avere perplessità, freni, cecità, sordità o, peggio ancora, mancanze di coraggio, non si deve cercare “il capello nell’uovo” per giustificare la propria inerzia o la propria decisione, fin troppo facile, di schierarsi dalla parte dell’aggressore (specie se momentaneamente potente), non ci si deve arrampicare su viscide e scivolose pareti di bugie per difendere la propria pavida scelta e per lavarsi la coscienza, non si devono dimenticare le ragioni e i sentimenti di antica amicizia e di vicinanza a un uomo, ad un popolo, ad una terra dai quali si è ricevuto del bene, ma, se si è davvero liberi e autonomi nel pensiero e nell’azione, bisogna avere il coraggio di stare dalla parte della ragione, della giustizia e dell’aggredito.

Far finta di non vedere, di non sentire, girarsi dall’altra parte, non è un comportamento da uomini. La Libertà, quella con la L maiuscola, per essere vera ed effettiva necessita del sacrificio e dell’azione di difesa di uomini veri, cioè di quelli che non si voltano dall’altra parte.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email