Pensieri di prima sera…

Il sole e la nube non sono solo dei corpi fisici, pur se la loro funzione vitale è svolta proprio attraverso la materia che li costituisce.

Il sole e la nube sono pure la rappresentazione di concetti ideali, di stati d’animo spesso cosí turbolenti da essere in grado di far perdere la rotta a chiunque portandolo all’esaltazione o facendolo precitare nell’abisso, di luoghi metafisici che ogni uomo può raggiungere in un battito di ciglia attraverso il pensiero, l’immaginazione e il sogno.

Quale luogo è dunque piú bello ed è “meglio” per l’uomo? La naturale propensione umana verso la luce e il beneficio di calore fisico e interiore che essa porta alla vita, alla fisiologia di ogni essere vivente e alla psiche dell’uomo, rendono facile la risposta.

Ogni uomo vorrebbe vivere costantemente e solamente sotto la protezione del disco solare e dei suoi raggi luminosi, caldi, portatori di una serenità cosí forte e crescente che, a volte, si sublima in una felicità che consente persino di astrarsi dalla propria materialità e divenire estasi. Ma si potrebbe vivere solo riscaldati e illuminati dall’astro solare, peró senza l’acqua che sta nel grembo della nube e che generosamente viene donata alla terra e all’uomo? Anche questa domanda consente una facile risposta.

Come sempre la verità sta nel mezzo.

Troppo sole fa inaridire la vita, la rinsecchisce e la prosciuga fino a farla morire. Cosí come troppa acqua la fa ammuffire, la inzuppa cosí tanto da farla spegnere in un acquitrino buio e senz’aria.

Ma l’uomo, che sugli elementi naturali fortunatamente nulla può, deve essere fieramente consapevole che il sole e la nube idealmente vivono anche dentro di se e devono, talvolta necessariamente, sostituirsi l’uno all’altro per creare la condizione di equilibrio tipicamente umana. L’importante è non farsi sopraffare nè dall’uno, nè dall’altra, ma ricordarsi che entrambi sono funzionali alla creazione e al mantenimento di quello straordinario microcosmo che si chiama Uomo, che deve saper vivere di sole e di nube.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email