“Pensiero e Azione”, oggi è il tempo della scelta!

Nella vita ci sono momenti davvero cruciali e, talvolta, di valore autenticamente esistenziale per sé stessi e per le comunità di cui si fa parte, a iniziare dalla propria famiglia, per poi passare al luogo di lavoro, per poi continuare con le realtà associative, per finire con le scelte politiche dei paesi, delle città, dei territori e della Nazione.

Nei momenti cruciali non ci possono essere tentennamenti o deleghe ad altri di effettuare ciò che invece è proprio dovere fare. Bisogna agire e per farlo bene e con consapevolezza occorre avere dentro di sé la scintilla divina, il desiderio di partecipare alla scelta, di dare il proprio contributo.

Un grande italiano, l’Apostolo delle Genti, Giuseppe Mazzini, ha coniato un motto intramontabile e di straordinarie efficacia propulsiva e intensità emozionale: “Pensiero e Azione”. Il momento della scelta, qualunque essa sia, è contrassegnato proprio da questo duplice proponimento: prima si riflette, ossia si pensa, poi si agisce, cioè si sceglie.

Solo scegliendo si è davvero responsabili, solo scegliendo si contribuisce al cambiamento. Mentre restando inerti, passivi, apatici e non partecipando, si delega ad altri la scelta di atti ed eventi che sono irripetibili e potrebbero portare conseguenze insanabili e infauste.

Quindi, oggi più che mai vale l’insegnamento mazziniano di “Pensiero e Azione”: ognuno sappia riconoscere il proprio momento cruciale e sappia rispondere al richiamo della coscienza partecipando e, così, dimostrando maestria d’animo e sapienza.

Oggi più che mai è tempo di effettuare la giusta scelta, di essere realmente un fautore del cambiamento, di essere l’artefice del proprio futuro, di essere un costruttore della casa comune e di farlo non da solo ma insieme agli altri uomini, tutti insieme e uniti come i chicchi della melagrana.

Condividi questo articolo...

LinkedIn
Facebook
Twitter
WhatsApp
Email